Chiacchiere di Carnevale

Chiacchiere Napoletane

Chiacchiere Napoletane

Ingredienti
– 400 gr. farina  80 gr. zucchero
– 3 uova
– 50 gr. burro
– 2-3 cucchiaio acquavite o liquore all’anice
– 1 pizzico sale | zucchero a velo | olio per friggere

Le chiacchiere, note anche come cenci, frappe, bugie, cioffe, fiocchetti e qualche altro simpatico nome, sono i classici dolci di Carnevale, che prendono il nome di chiacchiere, in questo caso specifico, in Campania. Hanno la forma di strisce, che a seconda delle tradizioni familiari e regionali, vengono poi intagliate, annodate, lasciate lisce e spesso queste strisce vengono ricavate, dal semplicissimo impasto di farina, uova e zucchero, con l’apposita rotellina ondulata, che le rende ancora più caratteristiche.

La tradizione di questi dolci arriva probabilmente dai Romani, che preparavano questi dolci fritti del grasso di maiale nel periodo in cui non adesso festeggiamo il Carnevale. Le chiacchiere vengono prevalentemente fritte infatti, ma possono anche essere cotte al forno.
Esistono tanti modi per accompagnarle, sicuramente vengono spolverate con lo zucchero a velo, poi possono essere mangiate con il miele, il cioccolato, con il mascarpone montato con lo zucchero e in Campania con il Sanguinaccio, di cui domani scopriremo la ricetta!

Preparazione.
1 – Disporre la farina a fontana sul tavolo e al centro porvi lo zucchero, 1 uovo intero e 2 tuorli, il sale, il burro sciolto e l’acqua vite (o il liquore all’anice).
2 – Lavorare bene la pasta, formare una sfera, coprirla e lasciarla riposare per 30 minuti. Formare una sfoglia sottile con il matterello, poi con un coltello, o con l’apposita rotella, ricavare delle strisce sottili.
3 – Praticare in ogni striscia qualche incisione per infilarvi la pasta e ottenere varie forme, oppure annodarle. Far friggere le chiacchiere nell’olio in piccole quantità, farle scolare bene e infine passarle nello zucchero a velo.